Lettera del presidente PDF Stampa

Ada Spadoni Urbani, presidente 2016/2017

 


Ada Urbani subentra ad Alessandro Nocchi  alla presidenza del Rotary club di Spoleto

La cerimonia del "cambio del collare " si è svolta lunedì 27 giugno all'Hotel dei Duchi . Era presente  tra le Autorità rotariane provenienti da tutto il distretto 2090, il decano dei Past Governor il Prof Mario Bellucci. Il Presidente uscente, dopo  i saluti e gli auguri di buon lavoro  portati dal Sindaco  Fabrizio Caldarelli,  ha illustrato i risultati ottenuti dal club durante la sua presidenza  grazie ad eventi di particolare prestigio come il convegno su cittadini e fisco dello scorso novembre o il progetto sulla legalità  svolto con la collaborazione del corpo docente delle scuole medie  che ha trattato il delicato  problema del   Cyberbullismo, quindi il riuscitissimo convegno svoltosi alla Rocca su.    N.              . L'intervento del Presidente Nocchi  si  conclude  con l'informatica sul successo riportato dai due services distrettuali  quelli del  "Campus Ipovedenti " e quelli del "Campus disabili " che hanno visto la duplicazione dei partecipanti rispetto l'anno precedente.

Dopo i saluti e i ringraziamenti di rito,  Il Presidente  Ada Urbani ha assicurato che "AMICIZIA SERVIZIO E SOLIDARIETÀ" saranno gli ideali Rotariani  che ispireranno tutto il programma che il club porterà avanti per l'annualita' 2016/2017. La neo Presidente ha continuato illustrando lo spirito che  animerà l'attività del servizio Rotariano, rinviando, come di consueto, ad una riunione successiva  appositamente convocata allo scopo, l'approfondimento del programma medesimo.  La massima attenzione alla realtà locale ed ai suoi bisogni materiali e immateriali a cominciare dai giovani ed i loro problemi esistenziali. Proseguirà, quindi, il progetto sulla legalità nelle scuole dal cyderbullismo alle droghe ha proseguito  e, "considerando che Rotary non è solo solidarietà", ha concluso Ada Urbani, "vi chiederò di essere sensibili al consolidamento di un bene architettonico che l'azione del tempo potrebbe definitivamente togliere alla fruizione di tutti senza un pronto, veloce intervento, progetto da portare avanti in collaborazione con soggetti tecnici già individuati."

La neo presidente ha concluso con l'auspicio di poter passare dalla consueta conduzione verticale del club ad una conduzione orizzontale dove presidente, direttivo e soci ab seconda delle competenze, saranno insieme i coordinatori e i responsabili della realizzazione dei vari progetti .

Ultimo aggiornamento Giovedì 22 Settembre 2016 09:42